lunedì 29 dicembre 2008

John Lennon regala computer

“immagina un mondo in cui ogni bambino può avere accesso alla conoscenza e godere del diritto di imparare, di sognare, di poter fare quel che più desidera”

Ad un trentennio dalla scomparsa l'icona John Lennon è più reale ed efficace che mai. Le operazioni pubblicitarie di resurrezione di grandi personaggi scomparsi è già stata fatta in passato con altri "famosi", e probabilmente sarà ancora ripetuta in futuro. Queste pubblicità suscitano sempre stupore o perplessità, stimolano discussioni, talvolta indignazione, tal altra approvazione. In altri termini, funzionano molto bene. In questo specifico caso l'obbiettivo del video promozionale è lodevole: sostenere una iniziativa benefica che permetta alle popolazioni del Terzo Mondo di avere accesso alle tecnologie moderne, affichè che possano migliorare le loro condizioni di vita.

La morte precoce e violenta dell'ex Beatles (Dicembre 1980) non ne ha minimamente intaccato l’immagine, al contrario ne ha ulterioremente definito la consacrazione, rendendolo uno dei personaggi più noti e rappresentativi del panorama artistico del '900. La campagna pubblicitaria è andata in onda sugli schermi televisivi americani, e sta facendo il giro del mondo. Col supporto della tecnologia John è stato letteralmente resuscitato. La voce e immagine di Lennon sono state gentilmente concesse all'uso da parte della vedova del cantante, Yoko Ono.

Sostenitore del progetto è la One Laptop Per Child Foundation, associazione legata alla Massachusetts Institute Of Technology (MIT) - fornitore di macchine alimentate da pannelli solari per operare efficacemente in quei territori del mondo che sono più disagiati, e fautrice della campagna per la donazione di computer e tecnologia ai giovani più poveri, nell'intento di accrescere in modo decisivo la loro educazione e formazione culturale.

Consiglio di visitare il sito dell'associazione (sito) visionare il progetto UBUNTU che ha altrettanto lodevoli principi di base (sito) e guardare lo spot di cui si è discusso su YouTube (sito).

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbero interessare:

Related Posts with Thumbnails