martedì 22 dicembre 2009

Il tempo passa

Il tempo è la dimensione nella quale si concepisce e si misura il trascorrere degli eventi. Tutti gli eventi possono essere descritti in un tempo che può essere passato, presente o futuro. Il concetto è da sempre oggetto di studi e riflessioni filosofiche e scientifiche da parte dell'uomo.
L'unità di misura standard del Sistema Internazionale è il secondo. In base ad esso sono definite misure più ampie come il minuto, l'ora, il giorno, la settimana, il mese, l'anno, etc.
Il tempo può essere misurato, esattamente come le altre dimensioni fisiche. Gli strumenti per la misurazione del tempo sono gli orologi. Un giorno viene diviso in 12 ore antemeridiane e 12 pomeridiane, così come la circonferenza del quadrante dell'orologio.
Dagli antichi orologi a pendolo ai moderni modelli a energia solare, in molte epoche l'orologio ha travalicato il significato per il quale è stato ideato - quello di registrare appunto il passare del tempo - finendo per diventare un vero status symbol, decodificatore degli usi e costumi di popoli differenti e di differenti generazioni. In molti casi ci si è spinti ad ideare orologi estremamente bizzarri, curiosi, ed accattivanti. In alcune circostanze è solo un modo per reinventare uno strumento di uso comune, in qualche caso è un modo per fare arte, per esprimere un concetto, attraverso l'innovazione e il bello.
In questa rassegna che propongo mostro varie soluzioni, ideate per le più diverse motivazioni, ciascuna per qualche motivo ha suscitato il mio interesse, spero anche il vostro.

Apro presentanto un lavoro esteticamente molto bello: Uhrzahl, un orologio ideato dal designer Christos Vittoratos.

Trovo molto interessante la successiva proposta. In questo caso un orologio classico è stato scomposto nelle sue funzioni primarie, che sono state attribuite a tre differenti quadranti. Ciascuna parte è destinata a svolgere una determinata operazione: un quadrante per i secondi, uno per i minuti, uno per le ore. Innovativo ed esteticamente piacevole: Three face wall clock ideato da Dario Serio.



Quelle che mostro adesso sono delle versioni testuali di orologi. La prima è, analogica, è stata ideata da Richard Shed ed è chiamata Colours (sito). La seconda idea, molto valida, è firmata Laurence Willmott.


Il successivo orologio è un piccolo gioiello di semplicità, efficacia, e economicità. L'oggetto con finalità comunicative/sociali é intitolato semplicemente Clock, é stato realizzato dall'agenzia DM9 JaymeSyfu per l'associazione in difesa della donna Gabriela Philippines, nel Settembre 2007.
Volto a sensibilizzare la gente sul problema della violenza contro le donne, questo orologio credo riesca bene nel suo intento. Il concetto, che le donne subiscono violenza ogni ora, credo sia espresso bene.

Advertising Agency: DM9JaymeSyfu, Philippines
Chief Creative Officer: Merlee Jayme
Creative Director / Copywriter: Jerry Hizon
Art Directors: Herbert Hernandez, Allan Montayre
Photographer: Paolo Gripo, DMV


Quello che segue è un orologio che nessuno, credo, vorrebbe avere in casa. Non segna le ore, i minuti ed i secondi, ma segna il tempo in anni della vita di una persona. Si muove ad 1 / 61, 320 rispetto alla velocità di un orologio regolare. Partendo da zero e con step di 7 anni indica il trascorrere della vita. The Life Clock deriva da una idea del creativo Betrand Planes (sito).


Ulteriore valido esempio di design l'orologio che segue: Redundant Clock di Ji Lee, un artista di origine sud coreana, vissuto in Brasile, e ora residente a New York, Stati Uniti. Anche la descrizione del designer stesso non poteva essere più originale: “Questo è un orologio ridondante. E questa è una descrizione ridondante”.


Un Pop Quiz Math Clock per complicare la vita di chi ha voglia di sapere che ora è. Purtroppo non sono riuscito a sapere chi sia il creativo che ha pensato questa soluzione.


Concept identico nelle due prossime proposte, le cui funzionalità si fondano su un meccanismo inverso e conseguentemente su un quadrante costruito al contrario.




Ancora una soluzione affascinante ed innovativa, basata su dei cubi riportanti le varie cifre che rappresentano le ore. Estremamente elgante. E' conosciuto con il nome Infinite clock, non conosco l'autore.


Le tre immagini che seguono mostrano tre misuratori del tempo, così come li ha concepiti Matt Carr (sito), il designer che ha ideato questi oggetti al limite dell'arte moderna.


L’ultimo progetto del designer inglese Duncan Shotton si chiama Digimech Clock ed è costituito da quattro elementi verticali, che si muovono per permettere di visualizzare l’ora in un apposito riquadro posto in orizzontale.
Questo orologio è un oggetto fortemente scenografico, in cui gli elementi bianchi, che salgono per poi scendere velocemente quando ricomincia il ciclo orario, sono protagonisti.



La successiva immagine mostra il perfetto uso creativo dello spazio. Un porta CD è, al contempo, anche un orologio digitale. Fuzionale e pratico.



La prossima fotografia mostra il Seeing Double wall clock, creato dal gruppo creativo di Hong Kong noto come Chillychilly. Questo orologio è dotato di due dischi colorati, uno verde, l'altro rosso. In uno dei due dischi è possibile leggere l'ora evidenziata dal rosso, nell'altro i minuti mostrati dal verde. Prodotto sofisticato e sorprendente.



Proviene dalla Svezia il successivo orologio creativo, 'the clock clock' firmato dal gruppo di designers Humans since 1982 (sito). L'intero é composto da 24 piccoli orologi manuali la cui combinazione forma la realizzazione che si vede qui di seguito. E' stato esposto al "Rhosska design museum" (sito) a Gothenburg nell'estate 2009.




3 commenti:

  1. ...che dire....sorprendente;-)!P

    RispondiElimina
  2. Capolavori del design

    RispondiElimina
  3. senza parole.
    non pensavo ci potessero essere tanti modi diversi di fare gli orologi.
    stupore.

    RispondiElimina

Ti potrebbero interessare:

Related Posts with Thumbnails